Vinificazione 2019
Uva Merlot vinificata in bianco/rosato

Vedi Trattamenti 2019 effettuati



Informazioni generali
9 settembre 2019
Come si può leggere nella mia pagina dei trattamenti 2019, ho effettuato solo 5 trattamenti sui 9 previsti normalmente.
Le condizioni climatiche di quest'estate, hanno permesso di risparmiare sul numero di trattamenti.
Ho abbassato le reti antigrandine subito dopo la fioritura causa diversi temporali che da qualche parte hanno creato danni consistenti.
Anche sulla parte supperiore della pergola ho posato una rete.
Nessuna tempesta ha però danneggiato il mio vigneto.
Non ho installato un'impianto di irrigazione
I grappoli sono ben maturi e presentano una bella consistenza.
Prevedo che il peso medio per acino (1,8gr/acino) possa essere superata anche quest’anno.
Stimo la resa per grappolo di 110 acini.
Quasi tutte le viti, producono in maniera regolare (2 grappoli per tralcio).
La quantità della pergola è ridotta causa una potatura drastica per ringiovanire i tralci fruttiferi.


22.08.2019   Sopraluogo e controllo maturazione dell'uva

Da un prelievo di alcuni acini, risultano 82° Oechsle. In base allo stato dei grappoli, ho deciso che la vendemmia si farà mercoledì 11 settembre.
Una settimana dopo quella dell'anno scorso.

 
10.09.2019   Vendemmia, Roncone e pergola:
Considerato il quantitativo stimato ho potuto raccogliere 100kg di uva presso il vigneto "Roncone" di un mio amico.
Il mattino abbiamo fatto la racolta al Roncone.
Il pomeriggio abbiamo anticipato la vendemmia nella pergola del mio vigneto.
Come d'abitudine anticipo la vendemmia sulle pergole. Così il giorno seguente, le donne, devono raccogliere l'uva solo nei filari.
Questa procedura permette quindi di guadagnare tempo per la raccolta rimanente.
Abbiamo anche preparato tutti gli attrezzi per la giornata di domani.
La qualità é buona, la quantità lascia a desiderare per la parte delle pergole. Le reti danno il risultato sperato.

7 cassette sono depositate al fresco nel frigorifero e 2 nel garage
Domani inizieremo la pigiadiraspatura e torchiatura di queste uve, mentre le donne eseguiranno la raccolta sui filari.

 
11.09.2019   Vendemmia, filari:
(vedi immagini su facebook) clicca QUI

Ci sono le due collaboratrici per la raccolta sui filari, mentre in due (maschi), iniziamo con la pigiadiraspatura e torchiatura dell'uva.
Come primo lavoro diraspiamo e spremiamo l'uva raccolta il giorno precedente.
Nel frattempo arrivano alla pesa le uve raccolte sui filari.
I grapoli dei filari sono sani e senza diffetti.
  09.00 Inizio diraspatura e raccolta nei filari.
Per primo, lavoriamo l'uva raccolta il giorno precedente
Prima di mezzogiorno abbiamo eseguiti 4 torchiature.

  12.00 - 13.00 Pausa pranzo

  14.00 Facciamo ancora 2 torchiature.
Tutto il mosto (182 litri) si trova nel recipiente di 200 lt posato nella cella frogorifera
Le vinacce torchiate si trovano in un recipiente separato. Sono pronte per la fermentazione separata in maniera di essere poi utilizzate per la distillazione a grappa.

Riassunto della vendemmia:           
Totale uva raccolta kg 323.00
Torchiature molto leggere n 6
Mosto nel recipiente 182 lt
Mosto: Gradi Oechsle / % BRIX 85° Oe

Nel mio vigneto risulta che il peso medio di un acino è di 2.2gr.
  16.00 Fine della pulizia di tutti gli attrezzi utilizzati.

13.09.2019 10.00

PRIMO TRAVASO


Prima sfecciatura (eliminazione delle impurezze)
Totale mosto nel recipiente, 182 lt.
Travaso nel recipiente all'esterno della cella frigorifera
Il travaso avviene senza l'utilizzo di una pompa in modo di evitare l'aspirazione della feccia depositata sul fondo. Chiamato anche a vasi comunicanti. l'ultima parte viene versato in un secchio controllando l'apparizione della parte da eliminare.
Eliminato 11 lt di feccia depositatosi sul fondo del recipiente.

Prelevato 11 lt di mosto dal recipiente delle vinacce, molto colorato e versato nel recipiente con il mosto.
Questo procedimento serve per aumentare il colore del mosto.
Dall'esperienza fatta nei anni precedenti, aggiungo circa il 6% di questo "concentrato" nel mosto da vinificare.
Infatti voglio ottenere il ROSATO del DRAGONATO.

Preparato a parte, 270gr di Premium Na-Ca-Bentonit, sciolto in 1.100 lt di acqua.
La soluzione deve essere preparata almeno 5-6 ore (meglio 12 ore) prima di immetterla nel mosto.

RICETTA:    Dati tecnici QUI
sciogliere 50 - 150gr/hl in ca. 3-5 volte di acqua in un recipiente. Lasciare agire la Na-Ca-Bentonite per la durata di minimo 4-6 ore. Mescolare la soluzione con il mosto nel recipiente.


  12.00 Terminato i lavori di pulitura attrezzi.
Infatti il recipiente del primo uso deve essere pulito accuratamente.
Sarà posato nella cella frigorifera, utilizzato per il nuovo travaso e l'aggiunta dei lieviti.
Dedico la massima cura alla pulizia dei tubi, secchielli, e recipiente.
Solo con queste attenzioni si potrà arrivare ad un prodotto senza diffetti.

  17.00 AGGIUNTA di NaCalit PORE-TEC (Na-Ca-Bentonite)
Tolto l'acqua che si è separata in superficie, dalla miscela della Bentonite.
Aggiunto alla Bentonite una parte di mosto tolto dal recpiente. Versato poi la soluzione nel mosto, mescolando per bene con il contenuto nel recipiente, sempre all'esterno della cella frigorifera. Mescolato bene tutto il mosto.
Il tutto resta a riposo per almeno 24-48 ore.
Questo procedimento serve per fare precipitare le sostanze solide.

15.09.2019 17.00

SECONDO TRAVASO


Sfecciatura o defecazione (Purificazione di liquidi)
Travasato il mosto nel recipiente di 200 lt, all'interno del frigorifero. Aspirato il mosto con cautela dall'alto, fino al livello dei 20 lt, evitando il risucchio del deposito.
Lasciato defluire lentamente in un secchio la rimanenza, fino all'apparire delle prime impurità, depositatosi sul fondo.
Eliminato circa 5 litri di feccia. (sedimento)
Sono rimasti circa 180 lt effettivi di mosto.

  18.00 Aggiunta dei lieviti     Dati tecnici QUI
RICETTA LIEVITI:
25-60 gr/hl su 5-10 volte acqua riscaldata a 37°C per ca. 15 min.


Preparato i lieviti (LALVIN EC-1118) come alla ricetta.
Riscaldato 810 ml (0,810 litri) d’acqua alla temperatura di 37°C, aggiunto 90 gr di lieviti e lasciato agire per 15 minuti.
Distribuito dopo un paio di minuti i lieviti sulla superficie nel recipiente e mescolato per bene con il mosto.
Posato il coperchio in maniera ermetica, 10 cm sopra il mosto.

Situazione di partenza per la fermentazione
Mosto nel recipiente: 180 lt
Temperatura del mosto: 20° gradi Celsius.
Temperatura nel locale circa 23° gradi Celsius.
Gradi Oechsle 82°
Inserito una temperatura di 10°C al termostato del frigorifero. Aspetto che inizia la fermentazione per poi limitare la temperatura nel frigorifero a ca. 5° Celsius.

(vedi immagini su facebook) clicca QUI
16.09.2019 16.00 Fermentazione alcolica (FA) iniziata
Inserito la temperatura di 10°C al termostato.
Temperatura nel locale circa 28° gradi Celsius.

 

Controllo della fermentazione

Data Oechsle Temp. °C Mosto
16.09.2019 81°Oe 20°C
19.09.2019 73°Oe 14°C
19.09.2019 OSSERVAZIONE
Alzato il termostato del frigorifero a 15° C, in maniera di ottenere delle temperature nel mosto tra 15°C e i 20°C.
L'uso dei lieviti appositi, per vini bianchi, permette una fermentazione a temperature basse.
Mescolato ancora una volta bene il mosto e posato il coperchio a 10 cm dal mosto.
Questo per evitare la fuoriuscita del mosto durante la fermentazione attraverso la valvola di sicurezza.

Data Oechsle Temp. °C Mosto
21.09.2019 56°Oe 12°C
21.09.2019 OSSERVAZIONE
Abbassato il termostato del frigorifero a 10° C, in maniera di ottenere delle temperature nel mosto tra 10°C e i 12°C.
L'uso dei lieviti appositi, per vini bianchi, permette una fermentazione a temperature basse.
Mescolato ancora una volta bene il mosto e posato il coperchio a 10 cm dal mosto.

Data Oechsle Temp. °C Mosto
23.09.2019 36°Oe 17°C
25.09.2019 21°Oe 16°C
25.09.2019 OSSERVAZIONE
Misurazione della temperatura e dei gradi Oechsle.
Grazie alla bassa temperatura, la fermentazione è volutamente lenta.
Alzato comunque la temperatura al termostato a 15°C in maniera di ottenere qualche grado in più nel mosto in fermentazione


Video e immagini della fermentazione 2019:
25 secondi

Video e immagini della fermentazione 2019:
25 secondi

Misurazione della temperatura e dei gradi Oechsle.
Immagini di misurazione 25.09.2019
zoom   zoom   zoom   zoom
Click sull'immagine per zoom

Data Oechsle Temp. °C Mosto
27.09.2019 7°Oe 19°C
27.09.2019 OSSERVAZIONE

La temperatura nel mosto è 19°C.
La fermentazione è terminata.
Per permettere una fermentazione regolare fino alla fine, ho spento il frigorifero.
Ho lasciato aperta la porta per poter assicurare una conclusione sicura della fermentazione. Il coperchio è ancora ca. 5cm sopra la schiuma che si è formata.


Video della fermentazione 2019:
25 secondi

Data Oechsle Temp. °C Mosto
29.09.2019 0°Oe 19°C
29.09.2019 OSSERVAZIONE
FERMENTAZIONE TERMINATA

Dopo 13 giorni di pazienza, è terminata la fermentazione alcolica. La temperatura nel mosto è 19°C.


Immagini di misurazione 29.09.2019
zoom   zoom   zoom

zoom   zoom   zoom
Click per zoom


Fine della fermentazione

 
29.09.2019 11.00
Stabilizzazione chimica
180 l di mosto nel recipiente.
Aggiunto 2.50 dl di anidride solforosa SO2 al 5% (1.2-1.3 dl/hl).
Introdotto l'anidride solforosa e mescolata bene con il mosto.
Posato il coperchio sulla superficie del vino e chiuso ermeticamente.
Inserito il frigorifero alla temperatura di ~2°C.
Per i prossimi giorni controllo unicamente la temperatura al frigorifero.
Il vino viene degustato, spinando qualche cl, per constatare che tutto proceda bene.
 
02.10.2019  

1° DEGUSTAZIONE


Non pretendo che siate entusiasti nel vedere il vino così torbido. Ma una prima degustazione deve dirmi se non ha dei problemi al naso e in bocca. Dopo averlo bevuto, posso confermare la buona riuscita. SALUTE a presto.

(vedi immagini su facebook) clicca QUI
 
07.10.2019  

TERZO TRAVASO


ELIMINAZIONE FECCIA E ANIDRIDE SOLFOROSA
Pompato il vino dal recipiente nel frigorifero, con l'immersione del tubo d'aspirazione dall'alto, in un altro recipiente all'aria aperta.
Con ciò si ottiene un'ossigenazione naturale, che permette di perdere eventuali cattivi odori della feccia depositatasi e dell'anidride solforosa ancora presente nel vino.
Curato bene di non aspirare la feccia depositatasi sul fondo del recipiente.
Eliminato circa 3 litri di fondo (feccia).
Rimasti circa 180 litri.
Eseguito la pulizia del recipiente che si trovava nel frigorifero, togliendo il tartaro depositatosi sulle pareti e sul fondo.

Risistemato il recipiente pulito nel frigorifero.
Travasato il vino dal recipiente esterno, a quello nella cella frigorifera.
Effettuato una degustazione del vino. Io sono soddisfatto e mi sembra che ci sia la qualità.
Per quanto riguarda il colore, è ancora presto per esprimere un parere.
Posato il coperchio sulla superficie del vino e chiuso ermeticamente.
Inserito il frigorifero alla temperatura di 5°C.

(vedi immagini su facebook) clicca QUI

 






Volentieri vi presento la bottiglia dell'anno 2018



Copia stampabile vinificazione 2019 in PDF:     QUI TORNA SU